[31/10/2017] - Furti al cimitero: per scope e innaffiatoi arrivano le gettoniere

Quando andava bene, rimanevano in giro sparsi per il cimitero costringendo i cittadini a fare ogni volta la caccia al tesoro. Gli innaffiatoi, in realtà, spesso venivano rubati. "La scelta - afferma Andrea Formenti, assessore con delega ai Servizi cimiteriali - è stata obbligata: abbiamo deciso, a seguito dei continui furti di inserire le gettoniere. In sostanza, attraverso l'inserimento di una moneta di un euro sarà possibile prelevare scopa e innaffiatoi. La moneta, naturalmente, sarà restituita quando gli arnesi saranno riposti dove sono stati prelevati. Spero non ci siano polemiche per un metodo che, quotidianamente, utilizziamo andando a fare la spesa. Del resto se non ci fossero stati continui furti di beni che appartengono alla comunità, avremmo proseguito come sempre".
 
Le gettoniere, inaugurate nella mattinata di sabato con qualche giorno di anticipo rispetto alla festività di Tutti i Santi, sono tre: una per ingresso, e una al centro del cimitero di fronte alla cappella. In questi giorni verranno tolti i depositi sparsi in tutto il cimitero. 
 
In previsione della ricorrenza dei defunti, inoltre, ecco una gradità novità: dopo decenni saranno aperti i due ingressi laterali a sud del cimitero. "Con una spesa di 30 mila euro - spiega l'assessore - abbiamo potuto mettere in sicurezza le volte. Inoltre abbiamo provveduto a impermeabilizzare il corpo di ingresso che vedeva infiltrazioni persistenti nella camera mortuaria e autopsie (che in questi giorni è in fase di imbiancatura) e della struttura lato custode (verrà imbiancata nei prossimi giorni). Siamo inoltre riusciti a realizzare nuovi posti (colombari/cellette), a riqualificare il campo B e a sistemare i bagni esterni al cimitero che versavano in uno stato di degrado".

Le attenzioni nei confronti del cimitero cittadino non mancheranno nemmeno nei prossimi mesi. In previsione la sistemazione delle travi e dei pilastri nella parte interrata, la sistemazione dei solai del lotto A e B (anche se sono state sistemate le forti fessurazioni esistenti) oltre che l'approvazione definitiva del Piano Cimiteriale che permetterà di programmare l'ampliamento ormai necessario.
 
"Un ringraziamento - conclude Formenti - all'architetto Corbetta (responsabile dell'ufficio Lavori pubblici) e al geometra Consonni (dipendente dell'ufficio e referente per il cimitero) per l'attenzione e la premura che hanno nella manutenzione di un posto così tanto caro alla nostra città".